Latest Reviews

giovedì 30 novembre 2017

RECENSIONE: IL VIANDANTE DI JANE HARVEY-BERRICK

Titolo: Il viandante

Autrice: Jane Harvey-Berrick

Serie: The travelling Duet#1

Casa Editrice: Delrai Edizioni

Genere: New Adult

Data di pubblicazione: 25 Ottobre 2017

Pagine: 420

Prezzo: € 16.50 (cartaceo)



Trama
Era uno normale, carino a prima vista. In realtà era straordinario, anche se non sempre gentile, e bellissimo. “Bello” era una parola troppo riduttiva per la sua pelle liscia e dorata; per il viso, descritto dagli zigomi decisi, e il mento volitivo. Aveva gli occhi del colore del mare prima di una tempesta, l’espressione dubbiosa e vulnerabile, labbra morbide e carnose, dello stesso colore della rosa rossa in sboccio; il suo corpo statuario, scolpito, pericoloso. Poteva respirare fuoco, mangiare fiamme, e la parola “amore” bruciava insieme a quelle sulle sue labbra. Ero già coinvolta da lui da prima che mi rendessi conto dell’inizio della nostra storia. È stato divertente il modo in cui sono andate le cose. 

Aimee ha dieci anni quando la sua strada incrocia quella di Kes, abile ragazzino circense, e scopre così la magia del circo. Lui è tutto ciò che lei non sarà mai: libero, felice e senza paura. Sono sufficienti due settimane all’anno per unire i due giovani, e la loro amicizia si trasforma pian piano in qualcosa di più profondo, intrinseco, ma anche molto pericoloso. Aimee infatti sa che Kes non potrà mai fermarsi in un solo luogo e che il suo cuore è destinato a seguirlo in capo al mondo pur di stare con lui. Il sentimento dei ragazzi spaventa entrambe le famiglie, perché motore di comportamenti impulsivi e illogici. Ma Aimee non vuole rinunciare all’amore per Kes, e lui sa che nessuna lo conosce quanto lei. Lottare, però, non è facile quando a volersi unire sono due mondi tanto distanti tra loro e per Aimee e Kes la vita sembra diventare impossibile nell’attesa dell’altro.

Buongiorno lettori
Finalmente sono qui per parlarvi di una lettura che mi ha stregata, conquistata ed emozionata come poche. Si tratta de “Il viandante” di Jane Harvey-Berrick edito dalla Delrai Edizioni.  
Una trama diversa dalle solite, dei personaggi del tutto particolari ed uno stile di scrittura frizzante e scorrevole hanno sicuramente contribuito a rendere questa una delle letture più convincenti di questo 2017.

Il viandante è la storia dell’amore travagliato e never-ending di Aimee e Kes.
Aimee e Kes si conoscono fin da piccolissimi. Lei, figlia di una famiglia perbenista ed estremamente rigorosa, lui, piccolo circense senza genitori e con un futuro in bilico. Ad accomunarli un’unica grande passione: quella per il circo. 
Se da un lato Aimee ha bisogno di vivere la magia e avere la conferma che in questo mondo qualcosa di meraviglioso può accadere, dall’altro Kes, con la sua estrema abilità, riesce a stregare gli spettatori, ad ammaliarli, a rendere le loro vite, seppure per un breve lasso di tempo, migliori. La loro è un’amicizia coltivata negli anni. Ciò che Aimee e Kes hanno a disposizione sono solo due misere settimane per viversi. Entrambi vivono solo in funzione di quelle due settimane. Quattordici agognati giorni che riescono ad alleviare il pensiero di una lontananza immensa. Kes, infatti, è costretto a spostarsi di paese in paese. La sua è una vita da nomade, in diretto contrasto con quella di Aimee che in vita sua non ha mai neanche sognato di poter lasciare il suo piccolo paesino provincialotto. Aimee e Kes si rincontrano ogni estate, e anno dopo anno la loro amicizia si trasforma piano piano in amore. La loro è una passione senza freni. Eppure quando le loro vite sembrano finalmente, per la prima volta, intersecarsi, ecco che accade l’inevitabile.
Si perdono di vista. Gli anni passano. Aimee e Kes cercano di ricostruirsi una vita. Fin quando, dopo ben otto anni, i due si rincontrano. Tutto sembra riaffiorare in superficie. 
Emozioni, sensazioni. 
La passione. 
È un’esplosione.
Ma se Kes è ormai uno stuntman di successo, Aimee è riuscita a coronare il suo sogno diventando una maestra specializzata in dislessia.
Come possono due persone così diverse però sperare in un futuro insieme? Riusciranno queste due vite parallele ad incrociarsi? Ma soprattutto : l’amore sarà sufficiente?



Credetemi lettori, quando ho iniziato questa lettura non ero affatto preparata a ciò che la Berrick aveva in serbo per me. Ci sono libri che catturando la tua attenzione fin dal primo rigo e che ti lasciano senza fiato. Libri che ti costringono a passare notti insonni perché tutto ciò che conta è conoscere il destino dei tuoi personaggi. Libri che ti coinvolgono così tanto emotivamente da provare in qualche modo un affetto smisurato per i protagonisti. Comprendendoli. Amandoli.
Bene, “Il viandante” è sicuramente uno di questi libri.

La storia è ben costruita, accattivante e mai banale. I personaggi ben caratterizzati. Lo stile narrativo frizzante e coinvolgente.
Mie care, mi rivolgo proprio a voi, sono sicura che Kes possa essere nominato book-boyfriend 2017. Non c’è competizione che tenga. Credetemi, dopo questa lettura vi ritroverete anche voi a sperare di ritrovarvi di fronte ad un circense dagli occhi magnetici. 

Kes è amore. Passione. Virilità. Dolcezza.
È tenerezza. Rabbia furente. Vita.

Ed io, non mi limiterò questa volta a consigliarvi questa lettura. Il mio, miei cari, è un ordine!



mercoledì 29 novembre 2017

Health and Beauty tips: Do you fancy a cup of tea?

In queste piovose e fredde giornate invernali, cosa c’è di meglio di una bella tazza fumante di tè? 

I prodotti nervini (caffè, the e cacao) sono prodotti ottenuti da diverse parti della pianta che per la presenza di alcune sostanze farmacologicamente attive, hanno il potere di eccitare alcuni centri nervosi provocando euforia. Hanno in comune caffeina, teofillina e teobromina. Sono sostanze che noi utilizziamo per limitare la sensazione di fatica.
Il tè (detto anche the o thè) è un prodotto ottenuto in seguito ad un’opportuna lavorazione delle foglie.
Il tè possiede numerosi benefici ma bisogna prestare attenzione alla temperatura e al tempo di infusione, questi ultimi variano da 2 a 3 minuti se desideriamo un gusto più delicato o 5-6 minuti se preferiamo un sapore più forte. Ogni tè richiede una diversa temperatura. Leggete bene sulla confezione la temperatura consigliata.

Bene, oggi vi parlerò delle 3 varietà di tè più diffuse al mondo e delle loro diverse caratteristiche.

Il tè nero è il più diffuso a livello mondiale ed è considerato il tè “medicina” viste le sue proprietà depurative del sangue dal colesterolo e glucosio, inoltre possiede la capacità di “curare” i danni provocati dai raggi ultravioletti e di prevenire il tumore della pelle. Il fluoro presente aiuta a prevenire la placca e la carie ai denti. Se lo si vuole all’inglese bisogna tenerlo in infusione per 5 minuti e come vuole la tradizione aggiungere qualche goccia di latte freddo. Ma, il latte impedisce di trarre i molteplici benefici da questa bevanda, andando a limitare o addirittura annullare l’azione benefica sul nostro organismo. Inoltre, diversi studi ritengono che il latte possa far diminuire anche le capacità anticancerogene del tè. 

Il tè verde è il secondo tè più diffuso a livello mondiale. Per produrre questa fattispecie di tè, le foglie appena colte vengono essiccate ad una bassa temperatura in modo tale da inattivare gli enzimi responsabili della fermentazione. E’ quello più ricco di polifenoli, sostanze naturali in grado di svolgere un’importante azione antinfiammatoria e antitumorale, ha proprietà antiossidanti e quindi aiuta a combattere i radicali liberi. E’ un grande alleato nella prevenzione di malattie cardiovascolari.

Il tè Oolong è la terza varietà di tè più diffusa a livello mondiale. Esso presenta una colorazione verdazzurro o blu. Il tè Oolong si è rivelato un ottimo alleato nella lotta al fumo, contro l’obesità, il colesterolo, l’invecchiamento e ha la capacità di rafforzare il nostro sistema immunitario. Tutto questo è possibile in quanto è ricco di calcio, magnesio, sodio, zinco, vitamine e fosforo. In particolare, esso è ricco di vitamina C . Quest'ultima aiuta a contrastare la cellulite e la ritenzione idrica. 

La dose massima consigliata è di non più di 4 tazze al dì.

E voi, siete amanti del tè? Qual è il vostro preferito?

martedì 21 novembre 2017

Health and Beauty tips: Five is better than three

Buongiorno readers, 
oggi diamo il via ad una nuovissima rubrica "Health and Beauty tips". Io sono Valery ed ogni settimana cercherò di darvi qualche piccolo consiglio per aiutarvi a migliorare il vostro stile di vita. 
Pronti? Iniziamo!

Purtroppo, oggi sia in ambiente scolastico che lavorativo siamo circondati da distributori pieni di merendine ricche di conservanti, coloranti e sale.

Tuttavia per restare in forma e in salute dobbiamo provare a resistere alla tentazione e puntare tutto sulla qualità. Uno spuntino sano e nutriente è importante per ricaricare le energie ed affrontare l’intera giornata con la giusta carica. In campo alimentare,  i numeri sono molto importanti.

5 è meglio di 3

Oltre alla colazione, al pranzo ed alla cena bisogna integrare ben due spuntini. Questi ultimi consentono di evitare lunghi periodi di digiuno e di non arrivare affamati e in grado di mangiare l’impossibile a pranzo/cena :P. 
Gli spuntini andrebbero fatti ogni tre ore:  uno a metà mattinata, l’altro a metà pomeriggio.
Bando alle ciance, ecco qualche sano consiglio per voi:


Frutta secca: ricca di antiossidanti, vitamine A ed E., sono anche molto caloriche quindi ricordiamoci di non esagerare!
Es. anacardi: ricchi di magnesio, fondamentale per il funzionamento del sistema nervoso, sono un’ottima fonte di Sali minerali, proteine, fibre e vitamine del gruppo B.

Frutta: preferiamo quella di stagione ( basta appuntare gli alimenti tipici del mese). Frutta della stagione in corso: arance, cachi, kiwi, melagrani, mele, pere e pompelmi.

Yogurt: preferiamo quello bianco ed aggiungiamo noi la frutta.

Non possono mancare le fette biscottate, un grande classico! Ricordiamo di aggiungere un velo di miele o marmellata, per uno snack sano e gustoso.

Succo di frutta: preferiamo gli home-made in modo da esser sicuri del reale contenuto! A tal proposito non posso che consigliarvi una bella spremuta di melograno. Il melograno possiede le note proprietà Anti-Age ed è povero di calorie ( circa 80 kcal/100g). Inoltre le sostanze contenute nel succo di melograno svolgono un’azione protettiva contro i raggi UV!!!

RICORDIAMO: MANGIA SANO, VIVI MEGLIO!





giovedì 16 novembre 2017

Recensione: Il giorno che aspettiamo di Jill Santopolo

Titolo: Il giorno che aspettiamo

Autrice: Jill Santopolo

Casa Editrice: Nord

Genere: Narrativa

Data di pubblicazione: 22 Maggio 2017

Pagine: 398

Prezzo: € 17.60



Trama
Una luminosa mattina di fine estate, un ragazzo e una ragazza s’incontrano all’università, a New York, e s’innamorano. Sembra l’inizio di una storia come tante, ma quel giorno è l’11 settembre 2001 e, mentre la città viene avvolta da un sudario di polvere e detriti, Gabe e Lucy si baciano e si scambiano una promessa. E due vite si fondono in un unico destino. Tredici anni dopo, Lucy è a un bivio. E sente la necessità di ripercorrere con Gabe le tappe fondamentali della loro relazione, segnata da scelte che li hanno condotti lungo strade diverse, lungo vite diverse. Scelte che tuttavia non hanno mai reciso il legame profondo che li ha uniti per tutti quegli anni. Così Lucy gli parla dei loro primi mesi insieme. Del loro amore intenso, passionale, unico. In una parola: puro. E poi di come Gabe avesse infranto quella purezza, decidendo di partire, di andarsene da New York per accettare l’incarico di fotografo di guerra in Iraq. Perché lui sentiva di doverlo fare, perché ciò che accadeva nel mondo era più importante di loro. Una scelta che aveva aperto nel cuore di Lucy una ferita che lei pensava non sarebbe guarita mai. E che, invece, era stata curata da Darren, l’uomo che lei avrebbe scelto di sposare. Eppure quella ferita si riapriva ogni volta che Lucy riceveva una mail o una telefonata da Gabe, e ogni singola volta che lo aveva rivisto nel corso degli anni. Poi era arrivata quella volta, era arrivato quel giorno…

L'amore fa questo. Ti fa sentire infinito e invincibile, come se il mondo si aprisse per te. Tutto diventa raggiungibile e ogni giorno si riempi di meraviglia.

Buonasera lettori,
oggi sono qui per parlarvi del romanzo di Jill Santopolo, “Il giorno che aspettiamo”, pubblicato dalla casa Editrice Nord. 
Ho concluso questo romanzo un paio di giorni fa, ma il turbine di emozioni che avevo dentro ha impedito la stesura immediata della recensione. 
L’imprinting con questo romanzo è avvenuto alla sola lettura del prologo. 

11 Settembre 2001. Una data che resta nei cuori di tutti noi, segnata dalla distruzione di uno dei simboli della meravigliosa New York, il crollo delle torri gemelle. Questo è lo scenario del primo incontro tra i nostri protagonisti. 
Lucy e Gabe, due giovani universitari NewYorkesi, il giorno dell’attentato si prendono per mano e insieme scappano nell’appartamento del nostro giovane aspettando con ansia gli ultimi risvolti di quella catastrofe. 
E proprio mentre colonne di fumo s’innalzano nel cielo, tra Lucy e Gabe scatta il primo bacio. Un colpo di fulmine che sconvolge tutti i loro piani, un sentimento che va ben oltre l’attrazione.
Tuttavia, il ritorno dell’ex di Gabe divide i due giovani per circa un anno, lasciando il ricordo di quel giorno vivo nei loro pensieri. 
Una sera, in un locale Lucy rivede di nuovo Gabe. Tutto tra loro sembra essere immutato.
Il sentimento che li lega è amore puro, una passione irrefrenabile. Il primo amore, quello che nessuno sa descrivere a parole. 
La tragedia di New York però, ha cambiato la visione del mondo di Gabe. Il giovane ragazzo vuole far conoscere alla gente il mondo attraverso le sue fotografie. Senza dir niente a Lucy, decide così di partire per l’Iraq come fotografo di guerra. 
Lucy cade nella disperazione più grigia, il suo cuore è ormai spezzato, tante sono le domande che l'affliggono, troppe le risposte non ricevute.
Ma si sa, il tempo sa lenire ogni ferita, anche la più profonda. Un giorno Lucy incontra Darren, un uomo capace di dimostrarle la sua devozione ed adorazione; capace di provare giorno dopo giorno il suo profondo amore.
Il suo essere presente. 
Proprio quando tutto sembra scorrere per il verso giusto, proprio quando Lucy sembra aver finalmente raggiunto un equilibrio, ecco che la nostra dolce protagonista riceve delle inaspettate email da parte di Gabe. E così, all'improvviso le ferite che sembravano essere rimarginate, tornano a sanguinare nuovamente. 
Il destino ancora una volta porterà i giovani amanti a decidere quale strada prendere. 

Cari lettori, "Il giorno che aspettiamo" è un libro toccante, travolgente, straziante, come solo un primo amore sa essere. 
La voce narrante di questo libro è quella di Lucy, che rivolgendosi a Gabe racconta tutto ciò che hanno vissuto insieme e come ha trascorso i giorni lontani da lui.
Lucy è una ragazza che ama intensamente e che sa sacrificarsi per amore. Ha sofferto, ha amato disperatamente, ma ha saputo man mano ricucire le sue ferite. 
Gabe e Darren, invece risultano essere diammetralmente opposti. Gabe è un ragazzo avventuriero, libertino e passionale. Darren è invece amorevole, protettivo e leale.

"Io e te ci conosciamo da quasi metà della nostra vita. Ti ho visto sorridere, sicuro, al colmo della gioia. Ti ho visto afflitto, ferito, smarrito. Ma ti ho visto così. Mi hai insegnato a cercare la bellezza nell’oscurità, nella distruzione, tu hai sempre trovato la luce. Non so quale bellezza potrò trovare qui, quale luce. Ma ci proverò. Lo faccio per te. Perché so che tu, per me lo faresti. C’era tanta bellezza nella nostra vita insieme."

"E poi ho pensato a Darren. […] Amavo la sua risata, il suo senso dell’umorismo, i suoi sorrisi. Darren non era cupo e complicato, stare con lui era facile e divertente. Mi faceva sentire tranquilla, al sicuro. Mi rendeva felice per la maggior parte del tempo."

Tale diversità spingerà la nostra protagonista a farsi tante domande sul suo futuro e su quanto le scelte prese possano rivelarsi giuste o sbagliate. I personaggi risultano reali, ben caratterizzati. Sembra quasi di conoscerli, di poterli toccare, abbracciare.
Sono entrata completamente in empatia con Lucy, mi sono innamorata insieme a lei di Gabe, ho patito e sofferto con lei dopo l'abbandono di Gabe, e quando finalmente è entrato in scena Darren, guarendo le ferite del suo cuore, mi sono sentita rinata anch’io. Mi sono rispecchiata ed immedesimata in Lucy, nelle sue scelte, e più proseguivo nella lettura, più il confine tra noi due diventava sempre più sfumato. 

"Tu ti sei avvolto la mia treccia attorno al polso, tirandola piano per farmi sollevare la testa. E io mi sono dimenticata del resto del mondo. In quel momento, esistevi solo tu."

Se non si fosse capito CONSIGLIO vivamente questo libro, che so per certo resterà nel mio cuore per molto, moltotempo. 


martedì 14 novembre 2017

RECENSIONE: IL TUO PERICOLOSO SORRISO DI ARIANNA MECHELLI

Titolo: Il tuo pericoloso sorriso

Autrice: Arianna Mechelli

Casa Editrice:Garzanti

Genere: Young Adult

Data di pubblicazione: 21 Settembre 2017

Pagine: 409

Prezzo: € 16.90



Trama
Una giovane voce italiana che, a soli 16 anni, ha già incantato oltre 4 milioni di lettori.

Siamo troppo diversi per stare insieme.

Ma non posso fare a meno di cercarti.

Perché in amore non ci sono regole.

È appena suonata la campanella. Lajyla attraversa timidamente i corridoi della scuola cercando di confondersi tra gli altri studenti che sembrano voler studiare la nuova arrivata. Ma è impossibile non incrociare lo sguardo di Logan Harris, il ragazzo più popolare e desiderato. Per quanto ne sia affascinata, Lajyla sa bene che deve lasciarlo perdere. Sono troppo diversi: lei, timida e studiosa; lui, sfacciato e pieno di sé. Tentare di avvicinarlo porterebbe solo guai. E di guai Lajyla non ne ha proprio bisogno. Non adesso, dopo che i suoi genitori si sono separati e lei ha dovuto trasferirsi negli Stati Uniti.
Eppure, si ritrovano vicini di casa, costretti a inciampare l’uno nell’altra quotidianamente. A poco a poco Lajyla, con la dolcezza come unica arma, riesce ad abbattere la corazza dietro cui Logan fa di tutto per trincerarsi. Scopre che quei profondi occhi grigi raccontano di un passato difficile, segnato da una madre assente e da un segreto che gli impedisce di amare sinceramente. Ma fidarsi davvero di quegli occhi non è facile. Lajyla ha paura di illudersi. Ha paura che Logan torni a essere il ragazzo che ha conosciuto il primo giorno di scuola. Però qualcosa le suggerisce di mettersi in gioco e colmare quella distanza che ancora li separa e che le sembra un ostacolo insuperabile. Perché a volte è meglio non prendere la strada più facile, ma trovare il coraggio di affrontare e sconfiggere le proprie paure per raggiungere una felicità più grande.

A soli sedici anni, Arianna Mechelli ha già incantato oltre quattro milioni di fan, che la seguono con assiduità su Wattpad e le chiedono a gran voce di continuare a scrivere. Perché le sue storie sono anche le loro. Ora sono stati accontentati: le vicende di Lajyla e Logan sono diventate un libro. Il tuo pericoloso sorrisoè un romanzo in cui l’amore diventa una forza incontenibile da cui è difficile non lasciarsi trascinare. Soprattutto se arrendersi al cuore significa ascoltare davvero i propri desideri.


Buongiorno lettori
Oggi vi parlo de " Il tuo pericoloso sorriso" di Arianna Mechelli.

"Il tuo pericoloso sorriso" è la storia di Lajyla, ragazza diciassettenne di origini russe. 
A seguito del divorzio dei genitori, la nostra protagonista è costretta a lasciare la sua amata Russia alla volta degli Stati Uniti.
Si trasferisce così da suo padre a Downtown, nel cuore di Los Angeles.
Lajyla è spaesata, sola, debole. Senza più certezze e punti fermi nella sua giovane vita, Lajyla è costretta a doversi ambientare in una città tutta nuova e a dover contare solo sulle proprie forze.
Fortunatamente Lajyla incontra ben preso Lib, sua compagna di scuola nonchè vicina di casa. Tra le due scatta subito una grande simpatia che fa presagire la nascita di una forte amicizia. 

Fin qui, mie cari lettori, tutto bene. Purtroppo per noi, da questo punto in poi la Mechelli da vita ad una serie concatenata di clichè scontati e senza senso che hanno reso questa storia equiparabile solo a quella che la mia "adorata" Chiperi è riuscita a regalarmi.
Ebbene si, la nostra disperata e triste Lajyla nel giro di poche pagine incontra lui, Logan, il ragazzo bello e dannato di turno, fratello di Lib nonchè ragazzo più popolare della scuola.
Logan, come voi tutti potete già presagire, ha passato buio che lo tormenta e che evidentemente lo porta a soffrire di bipolarismo acuto.
Lajyla e Logan sono irrimediabilmente attratti l'uno dall'altra. Potrebbero amarsi, coccolarsi e vivere felici e contenti tutta la vita. Ma la Mechelli ha altri piani. 
Ecco infatti che l'autrice da vita a trecento pagine circa di litigi assurdi, ove i protagonisti, in balia dei loro passati poco felici e difficilmente gestibili, si respingono per riprendersi al capitolo successivo.
Il punto è proprio questo. Se da un lato Lajyla è un personaggio debole, fin troppo frignone, e decisamente caratterizzato da pochissimo amor proprio, Logan è eternamente indeciso. 
Prima rincorre Lajyla, poi la respinge. Poi decide di riconquistarla, solo per perderla di nuovo. 

Lo stile dell'autrice è molto, troppo aggiungerei, semplice. Pur riconoscendo un vago tentativo di caratterizzazione dei personaggi, la Mechelli è comunque troppo superficiale. 
Nonostante io sia una fan dei libri caratterizzati da Pov alternati, questa volta avrei preferito di gran lunga trovarmi di fronte ad una storia con un pov unico. La Mechelli, infatti, non fa che riportare le stesse medesime scene non aggiungendo alcun particolare e non effettuando alcuna modifica tra i due pov.
Il risultato è un libro caratterizzate da scene che si ripetono più volte senza senso. 

Probabilmente questo libro è indirizzato ad un pubblico di giovanissime, ed io, aihmè, non rientro più in questo target. Forse, per tale motivo non son riuscita ad amarlo come avrei voluto.
Ciò che invece ho sicuramente apprezzato è la cover di questo libro. A mio avviso, i due ragazzi in copertina rappresentano in maniera perfetta Lajyla e Logan. 






lunedì 13 novembre 2017

SEGNALAZIONE: LE FRAGILITA' DEL CUORE DI SUSAN ELIZABEH PHILLIPS


Buongiorno lettori,
Finalmente arriva in Italia grazie alla Leggerereditore "Le fragilità del cuore" della regina del Romance, Susan Elizabeth Phillips.
Scopriamone insieme i dettagli!

Titolo: Le fragilità del cuore

Autrice: Susan Elizabeth Phillips

Casa Editrice: Leggereditore 

Genere: Romance


Data di pubblicazione: 16 Novembre (ebook) 30 Novembre (cartaceo)

Prezzo: 4.99 (ebook), 16 (cartaceo)

Pagine: 384


Trama
Annie Hewitt è un’attrice con poca fortuna, arrivata a Peregrine Island nel bel mezzo di una violenta tempesta di neve. Avvilita e al verde dopo aver speso tutti i risparmi per esaudire gli ultimi desideri della madre malata, non le rimane altro che una fastidiosa polmonite, due valigie rosse piene di burattini e un vecchio cottage, dove si nasconde una misteriosa eredità che potrebbe risollevare le sue finanze. Ma le giornate a Peregrine saranno tutt’altro che semplici per lei: destreggiandosi tra una vedova solitaria, una bambina muta e degli isolani ficcanaso,
Annie scoprirà di essere impreparata ad affrontare la vita su quell’isola così fredda, selvaggia e inospitale. A complicare il tutto, l’inaspettato incontro con Theo Harp, l’uomo che le aveva spezzato il cuore quando entrambi erano solo adolescenti, diventato oggi uno scrittore solitario di romanzi horror. Ma quell’uomo sarà ancora temibile come lei ricorda o sarà una persona nuova? Intrappolati insieme in un’isola innevata al largo della costa del Maine, Annie non potrà più scappare dal passato e dovrà decidere se dare ascolto alla sua testa oppure al suo cuore...
Ironia, passione e mistero per una storia emozionante e ricca di sorprese.


SEGNALAZIONE: CENERE SULLA BRUGHIERA DI FRANCESCA DE ANGELIS


Buongiorno lettori, 
Oggi sono qui per presentarvi il libro di un'autrice simpaticissima che sono sicura saprà accattivare la vostra attenzione. Qualche mese fa ho ricevuto una mail da Francesca De Angelis per una segnalazione del suo romanzo qui sul blog. La sua mail, dolce e tanto ironica, e la trama di questo romanzo, che la stessa autrice dice essere ispirato al film "Il Corvo" ed al romanzo senza tempo della Bronte "Cime tempestose", hanno catturato la mia attenzione.  Io son già pronta per scoprire questo nuovo Heathcliff...e voi???
Di seguito, tutti i dettagli. 





Titolo: Cenere sulla brughiera
Autrice: Francesca De Angelis
Data di pubblicazione:Settembre 2016
Genere: Narrativa
Pagine:228
Editore: Arduino Sacco Editore
Prezzo eBook: € 17,90

TRAMA
Catherine Barret era solo una bimba quando assieme a sua zia Clarisse e sua nonna Mary è costretta a lasciare le brughiere dello Yorkshire dove è cresciuta per trasferirsi negli Usa. La nonna morirà e zia Clarisse si farà carico di lei. Ma quando anche alla zia viene diagnosticato un raro morbo, Cathy verrà affidata ai Finch, una famiglia snob che la maltratta in continuazione. Dopo la morte della zia, Cathy dovrà proteggere se stessa e il suo tormentato fidanzato Logan dalle spietate mire di John Cabol, un avvocato e un industriale che si rivelerà uno spietato assassino. Riuscirà a salvarsi?

 

Shut up, I'm reading Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang