Latest Reviews

venerdì 18 novembre 2016

Recensione: Ti amo ma non posso di Cecile Bertod

Titolo: Ti amo ma non posso

Autrice: Cecile Bertod

Casa Editrice: Newton Compton

Data di pubblicazione: 10 Novembre 2016

Pagine: 384

Prezzo: € 9,90 (cartaceo) , € 4,99 (ebook)

Trama
Sam lavora da quattro anni al «Chronicle» e, dal primo momento in cui l’ha incontrato, è segretamente innamorata di Dave, il vicedirettore del giornale. Nonostante faccia qualsiasi cosa per essere notata, non sembra avere speranze: è timida, insicura e un po’ troppo in carne, mentre Dave ama il lusso, le modelle e ai sentimenti preferisce i flirt di una sera. Quando lo vede in TV accanto a una donna bellissima, Sam si rende conto che non può continuare a sprecare il proprio tempo dietro a un sogno irrealizzabile. Basta con Dave! Durante la settimana della moda di San Francisco, che vede Dave e Sam presenti per lavoro, il bel giornalista scopre però una ragazza che non sospettava esistesse: Sam è molto di più della schiva e silenziosa redattrice sempre infagottata nella sua felpa di pile. Ma anche per lei quei giorni saranno decisivi. Forse ha più d’un motivo per credere in se stessa. E forse c’è qualcuno che, molto prima di Dave, se n’era già accorto…



"E dall’illusione magari nasce la voglia di provarci davvero, e chi può dirlo dove puoi arrivare, se finalmente inizia a camminare?"

Ciao a tutti lettori,
Eccomi di nuovo qui!!! Oggi vi parlo di "Ti amo ma non posso"di Cecile Bertod,, autrice del best-seller "Non mi piaci ma ti amo".
Stavolta lasciatemi dire solo una cosa: WOW!
Grazie, grazie davvero Cecilie perchè mi ha donato delle deliziose pause-studio e delle piacevoli nottate. Ero completamente stregata, rapita, assuefatta non riuscivo minimamente a staccarmi da questo libro.
Se dovessi stilare una lista delle autrici sulle quali poter fare affidamento, Cecilie Bertod è sicuramente una delle autrici che includerei.

Questa volta, ci troviamo in compagnia di Samantha Preston.
Sam è una giovane donna in carriera di ventisei anni, impiegata da quattro anni al Chronicle. 
E’ una ragazza timida, insicura, e questa sua insicurezza è dovuta soprattutto al suo "inaccettabile” aspetto fisico. Per via della sua odiata taglia quarantasei, Sam si sente costantemente inadeguata e fuori luogo. Insomma, come avrete potuto capire, Sam è una donna con un livello di autostima decisamente basso.

Come se tutto questo non bastasse, Sam è innamorata da sempre del vicedirettore del giornale: Dave Callaghan.
Come poter descrivere Dave Callaghan? Beh, trentasei anni, capelli castani, occhi verdi e come dice Sam dotato di un sorriso da cardiopalmo.
Dave è un donnaiolo, ama il lusso, non ama impegnarsi e il suo prototipo di donna è decisamente il contrario di Sam. Quando una sera Sam lo vede in TV accanto ad una modella, realizza che deve smetterla di sprecare il suo tempo fantasticando su Dave nella speranza che il suo sogno impossibile si realizzi. Decide cosi di fare tutto ciò che è in suo potere per evitare Dave. Ma purtroppo per la nostra protagonista non sarà così facile.
Difatti, nella settimana della moda di San Francisco, Sam e Dave si ritroveranno a lavorare a stretto contatto, e il nostro Dave inizierà a capire che sotto quelle felpe enorme e tute di pile si nasconde una donna estremamente diversa. Una donna che lascia il segno.
Ma, caro Dave come dice il detto “ciò che trascuri, può diventare di qualcun altro”. Che sia questo il caso? 
Ed ecco che entra in gioco Al.
Al è semplicemente un Dio con i capelli rossi, l'uomo dei sogni. E' bello, gentile e dolce. Il tipico bravo ragazzo che con semplici parole riesci a far sentire una donna ben voluta e apprezzata. Perchè care fanciulle, c'è poco da fare, la donna ha bisogno di sentirsi apprezzata!

Al mio tre iniziamo gli schieramenti: Team Dave o Team Al?

La nostra Sam si ritroverà costretta a scegliere tra i due e credetemi la scelta sarà davvero ardua.

"Ed è in quel momento che il suo sguardo si trasforma in una carezza. Una lenta, soffice carezza che scivola sulla pelle, risalendo senza alcun imbarazzo sul vestito, piega dopo piega."
(Chi dei due bellocci sarà coinvolto in questa sensuale scena?! Beh, leggete il romanzo e lo scoprirete!)

Detto ciò, ci tengo davvero a ringraziare Cecile Berdod perchè ha creato un personaggio femminile fuori dagli schemi, un personaggio femminile che non può non essere amata. Finalmente l'autrice dà la possibilità a tutte noi comune mortali di immedesimarci in una donna "morbida", con una bella quarantasei, una donna rivestita di carne e sentimenti. Stavolta niente modelle di Victoria's Secret, niente spigoli ed ossa. Sam è una ragazza con poca autostima, che fatica a credere in se stessa, che non accetta il suo corpo. 
Diciamoci la verità: Chi tra noi si sente completamente soddisfatta e appagata del proprio aspetto fisico? Chi tra noi non vorrebbe eliminare quel piccolo difettuccio che proprio non ci va a genio?

In questa libro oltre alla presenza di un forte umorismo e di dialoghi coinvolgenti, ci troveremo di fronte anche ad un forte character development, ovvero uno sviluppo intenso dei personaggi. Credo che questa crescita dei protagonisti e questi viaggi interiori siano tra le caratteristiche più importanti in un romanzo, caratteristiche che in un certo qual modo rendono un libro davvero speciale. La storia non risulta mai piatta e noiosa. L'autrice propone ancora una volta una scrittura scorrevole e piacevole.

Care lettrici spero che questo romanzo sia d'aiuto per tutte voi, spero che tutte possiate imparare da Sam. Non permettete mai a nessuno, soprattutto agli uomini, di dirvi come dovreste essere. Nessuno ha il diritto di sentirsi libero di cambiarvi. 
La vera bellezza non ha perfezione, la vera bellezza è nei nostri occhi, negli occhi di chi ci guarda con amore. Non omologatevi mai: niente è più triste del perdere la propria identità.
Perdonate questi miei discorsi da slogan pubblicitario, che possono anche risultare banali, ma amatevi come siete e credete in voi stesse, sempre. Guardatevi allo specchio e siate fiere di ciò che vedete.

"Smetti di fissare l'orizzonte e ti guardi intorno, e magari ti accorgi che, abbagliata dal sole in lontananza, non avevi notato tutto il resto"

Che possa il viaggio di Sam essere un viaggio per tutte noi.
Non mi resta che dirvi, anche se sembra quasi scontato ormai, che consiglio nel modo più assoluto questo libro.

4 gattini









3 commenti:

  1. Davvero bellissima 💓💓💓 grazie ☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille davvero. <3
      A lei per questo libro e a Pet, la fondatrice del blog, per avermi regalato questa opportunità. :)
      <3

      Elimina
    2. Anna, ma scherzi? Grazie a te che condividi i tuoi pensieri qui sul mio blog :)
      Ed ora, dopo la tua recensione non posso che leggere anche io "Ti amo ma non posso" :)

      Elimina

 

Shut up, I'm reading Template by Ipietoon Cute Blog Design and Bukit Gambang